lunedì 20 novembre 2017








🎼BIANCO  NATAL 𝈥🎶🎵
🎼DOLCE  MANGIAR 🎵🎶

CALICI  IN  FESTA  2017

16°  APPUNTAMENTO  SOTTO  L'ALBERO

✨✨✨✨✨✨✨✨✨✨✨✨✨✨✨


Non il solito abete di sintetico verdastro sovraccarico di incomprensibili gingilli, ma l' antico albero della cuccagna; quella cuccagna metaforica che grandi e piccini, aspettavano con trepidazione per gustare un dolcetto, un mandarino, un torroncino..  almeno una volta all'anno. 
Ci sentiamo in dovere di ricordare che quei tempi non sono passati da poi tanto, forse 50/60 anni, che nella scala storico temporale sono un'inezia. E che per molte persone nel mondo è ancora così. Che la lunga grave crisi economica e sociale che ci sta perseguitando da un decennio..
Ma fermiamoci lì. 
È giusto e bello anche questa volta trovarci attorno al tavolo, calice in mano, qualche dolce nel piatto e scambiarci sinceri auguri di
BUONE  FESTE   BUON  ANNO
di  seguito  trovate  il  formale invito a  quella  che  sarà  sicuramente  una  bella serata (come da tradizione)

❄❄❄❄❄❄❄❄❄❄❄❄❄❄❄❄❄❄❄❄❄❄❄

ed ogni ben di Dio (o quasi)
CALICI IN FESTA 2017
                Natale Italiano: regione che vai, dolce che trovi
              Giovedì 14 dicembre ore 21
Salone oratorio di Palazzolo
Viale Bagatti, 3
Palazzolo Milanese di Paderno Dugnano
Degustazione guidata dall’esperto
Filippo Querzoli
                         vini in degustazione:
MOSCATO D’ASTI DOCG SAN GRÒD Azienda Agricola Torelli – Gubbio (AT)
"ARROCCO" DOCG Albana passito Società Agricola Fattoria Zerbina – Faenza (RA)
"SHALAI" Pantelleria DOP Moscato spumante demi-sec - Vinisola - Contrada Kazzen di Pantelleria (TP)
VERMOUTH TORINO - Azienda Agricola Torelli - Gubbio (AT)

             accompagnati con
Tortello emiliano dolce di Natale 
Buccellato – Dolce natalizio tipico siciliano
Torroncini di Sebaste

Il contributo spese per la degustazione è di € 18,00
La serata è riservata ai soci e a chi intende associarsi nella serata stessa 
    al costo di 5 €
Ricordatevi di portare i bicchieri personali.

Le iscrizioni si raccolgono entro Martedì 12 ottobre scrivendo a:

associazione.scarpetta@gmail.com 

mercoledì 25 ottobre 2017

OTTOBRE ROSSO 2017: DOCUMENTA










OTTOBRE  (MOLTO)  ROSSO 
                                ( ma il bianco non era affatto male, anzi..)
2017  (100 anni dopo)

DOCUMENTA
I VINI DELLA VALTELLINA CHE HANNO ACCOMPAGNATO LE SPECIALITA'  VALTELLINESI DELLA SERATA: "La Spia"  di Rigamonti M. - Sondrio



IL CUOCO (e cche cuoco !) CIRCONDATO (o disturrbato?) DA DUE COLLABORATRICI 
(ANCHE SE PIU' CHE LE MANI HANNO FATTO FUNZIONARE LA LINGUA.
 FARE COMUNQUE ATTENZIONE AGLI INGREDIENTI IN PRIMO PIANO). Quando si dice il colesterolo buono!..

alla fine, la signora, avrà imparato a fare i pizzocheri?

UNA  DELLE SPECIALITA': I SCIATT  ( "NON NE HO MAI MANGIATI DI COSI' BUONI": COMMENTO A CALDO DELLA DIRCE)


I SCIATT DOPO ESSERE PASSATI NEL PENTOLONE 
IL PENTOLONE DI CUI.. ( "FRITTI?..", SI CHIEDEVA PERPLESSA LA CAROLINA. "PER ME IL FRITTO E' PROIBITO". MA DI POI VOLLE UN BIS ED UN TRIS. C'E' FRITTO E FRITTO..)



ANCORA IL CARMELO, CHEF PLURIPREMIATO E MOLTO STIMATO DEL RISTORANTE "MALENCO", CREATORE DELLE SPECIALITA' IN DEGUSTAZIONE. ( A FIANCO UNA DELLE TANTE COLLABORATRICI CHE SI SONO PRODIGATE PER LA BUONA RIUSCITA DELLA SERATA. IL REPORTER IN SECONDO PIANO, TRAVESTITO DA SOMMELIER, E' UN NOTO IMBUCATO DELLE SERATE DI "SCARPETTA").
n.b. i soci di "Scarpetta" che si presenteranno al suo ristorante pronunciando la parola d'ordine "è attorno alla tavola che..." avranno diritto ad un trattamento speciale: provare per credere.
NATURA VIVA IN INTERNO SCARPETTIANO (anche se eravamo ospiti, paganti del reverendo prevosto di Palazzolo) 
TEGLIA DI PIZZOCHERI ( CON CONTORNO DI OPPORTUNO MATTARELLO E SAPIENTI MANI DA CUOCO. QUELLE DEL BRAVO CARMELO)
CARMELO, IL CUOCO; L'ENOLOGO GALIMBERTI DELLA CANTINA "LA SPIA" CHE HA FORNITO I VINI; IL FIGLIO DI CARMELO, SOMMELIER IN ERBA, ( ALLE PRESE CON UNO DEI PIATTI CUCINATI DAL PADRE) ; UN ALTRO IMBUCATO DELLE SERATE DI "SCARPETTA"; ( SI FA PASSARE PER ORGANIZZATORE DI EVENTI )






TAVOLATA DI  INTENDITORI A INDICAZIONE GEOGRAFICA TERRITORIALE


TAVOLATA DI INTENDITORI CERTIFICATI E GARANTITI

PANORAMICA: TAVOLATE DI INTENDITORI A DENOMINAZIONE D'ORIGINE PROTETTA
LA SOLITUDINE DI UNA CUCINA ALLE 24,00
 SIMILE ALLA SOLITUDINE DI ALCUNI  REDUCI, CHE, IN OCCASIONE DELLA SERATA, FRA UN CALICE DI SASSELLA E L'ALTRO, FRA UNO SCIATT  ED UN PIZZOCHERO, ERANO AVVOLTI DALLA NOSTALGIA DI UN ALTRO OTTOBRE ROSSO, QUELLO A CUI AVEVANO PARTECIPATO GIUSTO 100 ANNI PRIMA, QUANDO ANCORA SORRIDEVA LORO LA BELLA PRIMAVERA ED IL SOL DELL'AVVENIR..

ED ORA? CI ATTENDE L'ULTIMA SERATA DEL 2017, QUELLA CONVIVIALE E NATALIZIA DI "CALICI IN FESTA.  PROSIT


martedì 10 ottobre 2017

 
 


OTTOBRE  ROSSO  2017
18°  PUNTATA
24  ottobre  

Passano  i  degustatori  di  Incirano, passano  i  bevitori  di  Paderno, passano  i  gozzi  di  Cusano, passano i  ciuccatèe  di  Palazzolo, passano  i  maisazi  di  Cassina Amata, passano i  gulàscia  di  Calderara, passano altri e altri; quando piacque  al  cielo  passò  anche Arnaldo, che fu l'ultimo..   
("I promessi sposi" A. Mansoni )

Non poteva che riportarci alle parole del grande lombardo la prossima puntata di "Ottobre Rosso", anche se, ad onor del vero, qualche nostalgico di buona memoria del direttivo di "Scarpetta" non ha mancato di ricordare a tutti noi che nel lontano ottobre del 1917... E ci fermiamo qua. chi ha buona memoria per intendere intenda; e chi ha una bottiglia di quella buona vodka che si otteneva una volta in quel di Mosca (ah.. compagni!..) in cambio di un paio di collant o di cinque bic, se la scoli alla salute. 
Tornando al presente prossimo venturo:
- abbiamo cambiato location (forse vi spiegheremo perché)
- abbiamo ospite desiderata una cantina giovane dell'antica Valtellina: a noi piacciono le novità
- abbiamo un altro gradito ospite: un cuoco tre mestoli e tre cappelli che preparerà alcune specialità della cucina valtellinese, quelle che ben si sposano con i potenti vini valtellinesi
-  abbiamo esagerato, ma ancora una volta confidiamo sull'intelligenza dei soci di "Scarpetta" e sulla loro insaziabile curiosità.
- correzione suggeritaci da Flavio conte Mariani di Palazzolo: più che la curiosità è la sete che i soci di "Scarpetta" hanno insaziabile..
Su quest'ultimo appunto facciamo punto anche noi.

P.S.  allegata  alla presente trovate la locandina della serata.

“OTTOBRE ROSSO”

Costiere e terrazze della Valtellina: viticoltura “eroica” e cibo.
Questo matrimonio s'ha da fare!
Martedì 24 ottobre 2017 ore 21
Salone presso l’oratorio di Palazzolo
Viale Bagatti, 3
Palazzolo Milanese di Paderno Dugnano
I vini in degustazione:
 IGT Terrazze Retiche Bianco 2016 – Cantina LA SPIA di Castione località Sassella - SO
 IGT Terrazze Retiche Rosso 2016 - Cantina LA SPIA di Castione località Sassella - SO
 Sassella Riserva Valtellina Superiore DOCG 2012 - LA SPIA di Castione loc.Sassella – SO
 Sassella Riserva Valtellina Superiore DOCG 2011 - LA SPIA di Castione loc.Sassella - SO
La degustazione sarà guidata da:
EMIL GALIMBERTI
Direttore di produzione ed Enologo
dell’Azienda Agricola LA SPIA di Michele Ripamonti
Sposati a:
 Sciatt
 Pizzoccheri
 Casera stagionato
 Bitto stagionato
Il contributo spese per la degustazione è di € 20,00

Se  vorrete  vedere  come  andò  a cominciare e poi finire.. non perdetevi la prossima puntata del nostro  blog, con foto e documentazione





domenica 6 agosto 2017

invito  in  villa: è gradito il giallo in tutte le sue sfumature


ALTRIMENTI  CHE  GIALLO È ?..

 MOLTI  SI  CHIEDEVANO  CHE FINE AVESSE FATTO L' INVIATO SPECIALE  DEL "CORRIERE  DEL  SEVESO"  CHE  DOVEVA DOCUMENTARE



 LA  BELLA  SERATA  IN  VILLA.


POI, SI SA COME FINISCONO CERTE FESTICCIOLE, TUTTI UN PO' BEVUTI, PIUTTOSTO EUFORICI E GRATI AL MONDO CHE LI OSPITA, DIMENTICHI DI COSE E PERSONE, COL SOLO DESIDERIO DI ABBANDONARSI AD UN MERITATO SONNO RISTORATORE: CIAO CIAO BUONA NOTTE A DOMANI A PRESTO CHIUDI TU CHIUDE LUI E VIA A CASA. IL REPORTER? CHI SE NE RICORDAVA PIU' ?..
ED ALLORA QUELLO CHE SEGUE E' IL SUO RACCONTO, SULLA VERITA' DEL QUALE NON OSIAMO PRONUNCIARCI, MA SOLO SUGGERIRE UNA SPIEGAZIONE NEI VINI SERVITI.

"..IO DUNQUE ERO LA' CON VOI CHE STAVATE PREPARANDO LE TAVOLE E STAPPANDO LE BOTTIGLIE E IL RESTO.. PER NON DISTURBARE SONO USCITO A FARE DELLE FOTO, PRIMA GLI ESTERNI E POI GLI INTERNI. ERO PROPRIO LI' SUL BELVEDERE E CERCAVO LA DISTANZA GIUSTA PER UNO SCATTO.., ALZO GLI OCCHI VERSO LA BALCONATA DEL PRIMO PIANO E SU VERSO LA TORRETTA E.. NO CHE MI PARE DI SCORGERE, PROPRIO AL BALCONCINO, UNA FIGURA DI DONNA, VESTITA DA SUORA, GLI OCCHI FISSI SU DI ME. FECE CON LA MANO UN CENNO, COME AD INVITARMI.
 RIAVUTOMI DALLO STUPORE, ( PENSAVO AD UNA ATTRICE COSI' TRAVESTITA PER ANIMARE LA SERATA ), SMONTAI MACCHINA E CAVALLETTO, RAGGIUNSI LO SCALONE INTERNO E PROSEGUII PER I PIANI SUPERIORI E LA TORRETTA. 
"SONO QUA.. SONO QUA..", MI CHIAMAVA CON VOCE SUADENTE GUIDANDO I MIEI PASSI INCERTI NELLA PENOMBRA DI VANI E SCALETTE IGNOTI. FINALMENTE LA RAGGIUNSI E IMMAGINATEVI LA SORPRESA NEL TROVARMI DI FRONTE AD UN' AUTENTICA SUORA, ALMENO NEGLI ABITI. 
"BUONA SERA, DISSI, LEI E' FORSE DI "SCARPETTA", TRAVESTITA PER SORPRENDERE GLI OSPITI?.. IO SONO.."
"LO SO BENE CHI SEI, EGIDIO, AMORE MIO, ANIMA MIA.. TI ASPETTAVO DA TANTO.. IL  CUORE MI SOBBALZAVA IN PETTO OGNI QUAL VOLTA TI SCORGEVO DALLA FINESTRELLA DELLA  PRIGIONE IN CUI IL MONDO MI HA RECLUSA.. MA ORA SEI ARRIVATO E FINALMENTE  LA MIA SETE D'AMORE POTRA' ESSERE APPAGATA.."
PAROLE PROPRIO COSI' MI DISSE ED IO, CHE NON MI CHIAMO AFFATTO EGIDIO, RIMASI DI SASSO, INCANTATO DA QUEL GIOVANE VISO, DI  STRAORDINARIA BELLEZZA; GLI  OCCHI NERI E PROFONDI DENUNCIAVANO UNA VOLONTA' ED UNA PASSIONE IRRESISTIBILI; IL LUNGO, CASTIGATO ABITO DA SUORA LASCIAVA INTRAVVEDERE FORME ALQUANTO SENSUALI.  QUANDO POI SCOPRI' IL CAPO LIBERANDO IN ESPLICITO INVITO LA CHIOMA NERA COME L'EBANO, ONDULATA E PROFUMATA DI SEDUCENTI ESSENZE, DECISI DI CHIAMARMI EGIDIO E VADA COME VADA..."

IL RACCONTO DEL GIORNALISTA PROSEGUE, ANCHE SE UN PO' CONFUSO E PIENO DI AMNESIE. NOI PENSIAMO CHE, CONOSCENDO LA SUA MORIGERATEZZA, ABBIA ECCEDUTO CON IL VINO (SERATA CALDA, VINO FRESCO, LA COMPAGNIA, LO SGUARDO SEDUCENTE DI UNA DONNA..). E SE FOSSE TUTTO VERO? PERCHE' IN EFFETTI DALLE NOSTRE PARTI, CIRCOLA LA LEGGENDA DI UNA DISCENDENTE DELLA NOBILE FAMIGLIA  VAL DE SECHES Y BAGATTAS DE MAŇRIAǸAS PARA SOL,  NOTABILI DI CASTILLA CHE FECERO COSTRUIRE LA RESIDENZA DI CAMPAGNA DI VAREDO NEL LONTANO 1632, COSTRETTA A FARSI SUORA, CHE EBBE RAPPORTI CON UNO STALLIERE DI CASA E PER QUESTO RINCHIUSA PER IL RESTO DELLA VITA NELLA TORRETTA. 
MA E' UNA LEGGENDA. O NO?

AD OGNI BUON CONTO PUBBLICHIAMO GLI SCATTI CHE ALCUNI DEI PRESENTI HANNO FATTO DURANTE LA SERATA. 
ALLA PROSSIMA !



nobil dimora.. nobili vini..nobili vivande.. nobili ospiti

laudata sii per le tue vesti aulenti, o Sera..

dell'oro di fiori accolti, di coccole aulenti splendea il desco

Taci. Su le soglie del parco non odo parole che dici umane; ma odo parole più nuove che parlano profumi e sapori lontani..

e immersi noi siam nello spirto silvestre, di gialla vita vivente..




il candido trine di antico lino splendea al tatto di invitanti cibi che nelle gialle sfumature invitavano al desco

qual del cibo vestale s'aggirava ella ad apprestare or qua riordinando or là sistemando




e già sul belvedere che l'apollineo astro al tramontar inondava di aurea luce....


alla fine giunge la banalità del viver quotidiano che costringe i nostri eletti spirti a far di conto con vili esigenze corporali

Ascolta. Mescon nei vuoti calici o parlan al lume fuggente parole vane tacendo che noi abbiam fame?..
senti? il tintinnar dei calici che alle frementi labbra porgono degli dei il biondo rinfrescante nettare..( sì, ma quand'è che si beve?)
vedi? gli alpestri pascoli di aulenti fiori profumati dove miti mandrie di mucche regalano cremoso latte che sapienti mani trasformano in saporiti formaggi che il cor umano allieta?.. ( sì, ma quand'è che si mangia? )
là dove la dorate corolle dei fiammeggianti fior al sole cari volgon lo sguardo a salutar l'astro che al meritato riposo s' avvia..
( ebbene, che cosa succede là?..)

Odi? il nettare cade nei solitari calici con un crepito che dura e varia nell'aria..


nel quieto aere vespertino il frusciar leggero di auree ali di farfalle
or perplesso contemplava egli il dorato vuoto del piatto
e dell'allegro risuonar di alpestri campanacci a possenti colli di pascolanti mandrie sui verdi prati rimembrava egli..









domenica 25 giugno 2017

LA  FACCENDA  SI  FA  COMPLESSA

"GIALLO  A  VILLA  BAGATTI  VALSECCHI  MARIANI"
(EDIZIONE  2017)

".. FERMATOSI  ALL'OSTERIA  DEL MALCANTONE PER RIPOSARE UN POCO LE STANCHE MEMBRA ED ORECCHIARE QUALCHE NUOVA SULLE FACCENDE MILANESI DELLE QUALI TANTE E SPAVENTEVOLI NOTIZIE GIRAVANO DI BOCCA IN BOCCA E CIÓ CHE DALLA GRANDE CITTA ERA SORTITO COME UNA MASCALZONATA DI POVERI DISGRAZIATI ED ANCO MALANDRINI AD UN GARZONE DI FORNAIO ERA DIVENTATO UN ASSALTO VERO E PROPRIO AI DEPOSITI,  MISTERIOSI ANCORCHĖ INESISTENTI,  DELLE FARINE E GRANAGLIE, E PERFINO UNA RIVOLUZIONE GENERALE DEL POPOLO, IL POVERO RENZO VENNE MATURANDO L'IDEA DI STRADE INSICURE PRESIDIATE DA MANIPOLI DI GENDARMI E BRAVI PRONTI AD ARRESTARE QUALUNQUE FORESTIERO CAPITASSE SOTTO LE LORO GRINFIE. PER CUI, BUTTATE LE DUE MONETE SUL BANCONE DELL'OSTE, CHE GIÁ COMINCIAVA A GUATARLO IN MODO SOSPETTOSO, SORTÍ ED AL PRIMO BIVIO ABBANDONÓ LO STRADONE CHE DA MONZA CONDUCEVA A PORTA VENEZIA E DEVIÓ PER UNA STRADINA SECONDARIA CHE MENAVA VERSO UNA LOCALITÀ DETTA "LA VALERA".  
E PARENDOGLI POCO SICURA ANCO QUELLA SI AVVENTURÒ NEI CAMPI, UNA DISTESA DORATA DI MESSI, CHE, INCURANTI DELLE UMANE DISGRAZIE, SI ERA SOTTO S.S. PIETRO E PAOLO, PROMETTEVANO ABBONDANTE RACCOLTO. 
GIUNSE AD UN TERRENO DOVE IL FRUMENTO APPARIVA TOTALMENTE RASATO, QUASI VI FOSSE PASSATA LA LAMA DI UN ENORME RASOIO. LA MERAVIGLIA DEL NOSTRO VIANDANTE CREBBE A DISMISURA QUANDO SCORSE, QUA E LÀ, DEGLI ENORMI ROTOLI DI PAGLIA.
 "QUALI GIGANTESCHE MANI OD ARTIFICI POSSONO AVER CREATO QUESTE BALLE?.. E COME FARANNO A PORTARLE IN FIENILE?.. OHIBO'., DOVE SONO CAPITATO?!.."
LA VOGLIA DI DAR SODDISFAZIONE ALLA PROPRIA CURIOSITÀ ERA IMMENSA, MA PRUDENTEMENTE DECISE DI TENERLA CELATA, PER ORA. 




S'IMBATTÈ ALLA FINE IN UN GRUPPO DI CONTADINI, FALCETTI ALLA MANO,  INTENTI ALLA MIETITURA E VI SI ACCOSTÒ PER CHIEDERE  RAGGUAGLIO SULLA DIREZIONE DA SEGUIRE. MA QUELLI, FORSE TIMOROSI DI QUALSIASI ESTRANEA PRESENZA, DI QUEI TEMPACCI!.., IGNORARONO, O FINSERO, IL SUO SALUTO. 
RENZO, POLITAMENTE, LO RIPETÈ,  SENZA ALCUN RISCONTRO. QUANDO POI INTRAVVIDE LO SGAURDO OSTILE D'UN ALTRO CONTADINO CHE BELLAMENTE CODAVA LA LAMA DEL FALCETTO QUASI A MINACCIA,  SALUTÒ E LESTO LESTO RIPRESE IL SENTIERO. S'IMBATTÈ IN DUE FANCIULLINI CHE PORTAVANO FIASCHE D'ACQUA ACETOSA AI GENITORI IMPEGNATI  NEI CAMPI E CHIESE LORO LA DIREZIONE VERSO LA FAMOSA VILLA DEI CONTI BAGATTI, DOVE ERA STATO CHIAMATO A SERVIZIO PER FERRARE I CAVALLI.  GLI INDICARONO UNA TORRETTA CHE EMERGEVA DAL PROFILO DEI CAMPI, IN MEZZO AD UNA FOLTA MACCHIA DI VERZURE. LI RINGRAZIÒ E QUASI CORRENDO VI SI AVVIÒ. 
AVEVA INFATTI SENTITO DA UN COMPAESANO, FABBRO FERRAIO PROVETTO,  STATO A SERVIZIO DELLA NOBILE FAMIGLIA DEI BAGATTI, CHE DA QUELLA DIMORA SI PARTIVA UN LUNGO VIALE CHE PORTAVA DRITTO VERSO IL PALAZZOLO, QUASI SEGUENDO IL CORSO DEL FIUME SEVESO,  E POI L'ANCOR PIŨ BELLA VILLA DEI CONTI DOSSI IN QUEL DI PADERNO, INDI,  PIŨ A SUD,  CUSANO E DA LÁ  BREXXO E SI POTEVA ENTRARE A MILANO DALLA PORTA COMACINA, CHE ERA MENO SORVEGLIATA. OPPURE, GLI ERA STATO SUGGERITO, FIANCHEGGIARE LA LUNGA CINTA DEL LAZZARETTO, VERSO LE MURA,  E TROVARE QUEL VARCO CHE COLÀ SI MORMORAVA VI FOSSE..

🏰🏰🏰🏰🏰🏰🏰🏰🏰🏰🏰🏰🏰🏰🏰🏰🏰🏰🏰🏰🏰🏰🏰🏰🏰🏰🏰🏰🏰🏰

MA  IL  DELITTO  DOV' É ?

VIENI  LA  SERA  DEL 5 LUGLIO  ALLA VILLA E LO  SCOPRIRAI !...

( ovviamente costeggiando il muraglione lato est ed entrando attraverso la porta a suo tempo utilizzata da Renzo)

giovedì 8 giugno 2017



GIALLO  A  VILLA  BAGATTI

"CALICI  SOTTO  LE  STELLE" - 2017 - 
16° EDIZIONE

"SCARPETTA"  RITORNA  SUL LUOGO  DEL DELITTO.

ERA  UNA  BELLA  E  SERENA  SERATA DI PRINCIPIO ESTATE ED UN TRAMONTO PENNELLATO DI TUTTE LE SFUMATURE POSSIBILI DI ROSSO GIALLO E ARANCIO SI SFACEVA VERSO AZZURRI SEMPRE PIÙ  INTENSI E TONI DI BLU DAI QUALI AFFACCIAVA TIMIDO IL LUCCICORE DI QUALCHE STELLA, MENTRE LA LAMPADA ARGENTEA DELLA LUNA FACEVA CAPOLINO FRA IL VERDE INTENSO DELLE CHIOME ALTE DEI CEDRI.   
LÌ  SULLA TERRAZZA PROTESA VERSO IL LUNGO RETTILINEO DEL VIALE, SULLO SFONDO DEL QUALE SI ERIGEVA LA FAMILIARE SAGOMA  DEL CAMPANILE DI PALAZZOLO, SI ERANO DATI CONVEGNO PERSONE ELETTE PER ANIMO, CULTURA E GUSTI, A FESTEGGIARE L' AVVENTO DI UN' ALTRA BELLA ESTATE, IGNARE DI QUANTO UN CRUDELE DESTINO AVEVA LORO RISERVATO....
(il seguito della storia verrà raccontato direttamente agli amici che saranno presenti quella sera)





giallo  canarino
limone, sole, ocra, pulcino, melone, intenso, tenue, girasole, sfacciato, lombardia, becco d'oca, sfumato, acceso, spento..

SI  FA  PRESTO A DIRE "GIALLO"..,
MA HAI PROVATO IL "GIALLO" DI "SCARPETTA" ?
CHE  SERATA  SARÀ ?
LA  SOLUZIONE  A  MEZZANOTTE.
INTANTO  ECCOVI  ALCUNI  INDIZI:

Programma della serata:
Ore 19,30:Ritrovo presso la villa
Ore 20,00:Aperitivo sul belvedere
Ore 21,00:Degustazioni di formaggi e di vini nelle sale interne
Formaggi in degustazione:
✔ Ragusano – Prodotto nelle prov. di Ragusa e Siracusa
✔ Vezzena – formaggio del Trentino A.A.
✔ Bitto – Prodotto in Valtellina
✔ Bagos - Tipico di Bagolino (BS)


Vini in degustazione:
✔ "Ficcanaso" Malvasia secca frizzante Colli Piacentini 2014 DOC – Az. agricola Castello di Luzzano
✔ "Calcare" Marche Sauvignon IGT Riserva 2014 – Az. agricola Conte Leopardi Dittajuti di Numana
✔ Ribolla gialla 2015 IGT Venezia Giulia – Az. agricola Pierpaolo Pecorari di S. Lorenzo Isontino
✔ A.A. DOC Moscato giallo 2015 - Cantina Tramin di Termeno (BZ)
✔ Moscato di Trani passito DOC 2012 - Az. agricola Villa Schinosa di Trani (BA)


Ricordatevi i bicchieri personali, i bicchieri dell'associazione non sono più disponibili.
La serata è riservata ai soci e a coloro che intendono associarsi al costo di 5 € (in tal caso
portare il codice fiscale).
Il contributo spese è di € 20,00
Le iscrizioni si raccolgono entro domenica 2 luglio scrivendo a:associazione.scarpetta@gmail.com
“..E’ intorno alla tavola e davanti ad un bicchiere
di vino che nascono e si consolidano le amicizie..”
e-mai l :associazione. scarpetta@gmail.com - Blog: http: / /eattornoallatavola.blogspot . i t /

La degustazione dei vini sarà guidata dall’esperto

FILIPPO QUERZOLI

giovedì 11 maggio 2017



ISCHIMOS  TOTTU CHI CADA VARIEDADE DE SA LIMBA.

ALLA SCOPERTA DI ALCUNE ECCELLENZE
DELL'ENOGASTRONOMIA SARDA
Mercoledì 10 Maggio 2017

IL  RITORNO
( NEL SENSO CHE AL RITORNO VI RACCONTIAMO COSA ABBIAMO SCOPERTO )
Abbiamo scoperto che anche in Sardegna ( ma lo sapevamo) ci sono tesori enogastronomici da provare assolutamente; poi abbiamo scoperto che l'enologia sarda ha fatto passi da gigante; che i suoi vermentini e cannonau e nuragus e bovale e vernaccia e.. possono essere dei grandi vini; che il pecorino sardo.. , ma cosa volete che vi si racconti ancora ?.. Scopritelo un po' da soli e se ieri sera non eravate presenti.., dispiace, avete perso un'occasione. Ajò


I PRODOTTI IN DEGUSTAZIONE. NON ERA PREVISTO IL MIRTO, MA COME SI FA A CONCLUDERE UNA CENA SARDA SENZA?..



PANE CARASAU (o carta da musica; grande musica in Sardinia))

COS' HANNO DA GUARDARE? MA QUELLE MAGNIFICHE SLIDE CARTACEE APPESE SUL FINESTRONE !?.. (In primo piano a destra è riconoscibile l'amministratore delegato; sempre in primo piano a sinistra, di spalle, il tavolo degli intenditori)

il motto della serata riprodotto sulla bottiglia e visibile, poco, nel primo calice a sx.

assorti e meditabondi di fronte alle slide che scorrono sullo schermo. Fate caso al signore in viola là sullo sfondo, perché vi capiterà spesso di incontrarlo..

un signor sommelier in profondo viola. Chi può vantare tanto ?!.. (fare caso alla scritta del suo grembiulino)

 panoramica con grande tavolata di centro (come da tradizione). Come i 12 del vangelo



cosa mai starà dicendo questa gentile socia alla presidentessa ?

questi soci paiono un po' persi..; soprattutto il primo a sx. (e non ha ancora bevuto !..)

X  I  MILANESI
- TITTIA!..
- ESU BETTE GANA
- E MUDU!!!
- A TOTTU CODDU
- PIU' TU
- IIIISUUUU ..!

Le parole che qui sopra avete letto non sono insulti. Le proponiamo per un gioco. Al milanese, anche adottivo, che per primo ci invierà la corretta traduzione, Scarpetta offrirà un soggiorno (una settimana x due persone) al Grand Hotel "A punta e casino" di Macomer in suite vista mare. Non ci credete?.. Peggio per voi