domenica 18 dicembre 2016

CALICI IN FESTA 2016

🎼🎵 BIANCO  NATAL.. 🎵🎶
🎵🎼 CHE  BEL  MANGIAR.. 🎶🎵
🎵🎷BERE UN  BICCHIER.. 🎶🎹
🎸🎶 COL  PANETTON.. 🎺🎵

" SCARPETTA "
CALICI  IN  FESTA  2016
CRONACA  dell' AVVENTO  dell'EVENTO

Invano i 72 (all'inizio, perchè alla fine se ne contavano 144, qualcuno ne vedeva addirittura 216 ! Forse erano i fumi del brodo, o dell'alcool..partecipanti  alla memorabile serata del 14 hanno atteso l'arrivo di Babbo Natale. Sapevano che sarebbe arrivato a notte fonda, quando le anime innocenti dormono, e per questo avevano preparato qualcosina da mettere sotto i denti e qualcos'altro da berci sopra nella lunga attesa. 
Tre cappelletti in brodo preparati con cura dalla resgiộra, quattro tortelli burro e salvia sempre delle preziose mani della stessa medesima, un bicchierino di Pignoletto per preparare le papille, un altro di Lambrusco per i cappelletti, un altro ancora sempre di Lambrusco perchè non avevano capito quello di prima, una fettina sottile sottile di culaccia con un tocco di pane casereccio per il salume, anche due, di fettine sottili sottili e di tocchi di pane, scambiando parole sul tempo, la salute, la famiglia, il lavoro, il governo comunque ladro.. e facendo finta di ascoltare le parole dell'oratore che  vuol spiegare l'Emilia e la Romagna che non vanno d'accordo su niente, salvo il buon mangiare ed il buon bere e.., che caz.. siamo venuti a fare qui stasera se non per questo ?!?  Ah, già per aspettare Babbo Natale che speriamo stavolta ci porti qualcosa di veramente utile.. E intanto: "Va'.. dammi due cappelleti ancora se ce ne sono.." "..sono avanzati tre tortelli che erano squisiti?.." "caspiterina che buoni!.. quei tortelli qua..!" "..ma non se ne potrebbero comprare un po' per Natale?.." "..sono finiti?! peccato.., ne avrei mangiato volentieri ancora.." "..è finita la culaccia?.." "..si può avere un po' di pane ancora?.." "..il Pignoletto?..Versamene un po' che ho il calice secco.." "..il Lambrusco?..Dammene ancora un goccio che il culatello mi ha asciugato il palato.." "..va giù che è un piacere quel Lambrusco qui di Saetti!.. ne berrei ancora un po' se c'è.." "..cosa c'è dopo che non ricordo più?.."
Si faceva tardi, qualcuno abbioccava, qualcun altro rideva senza motivo, un disgraziato voleva giocare a tombola, un altro a monopoli e insomma la situazione stava sfuggendo di mano. Meno male che fu servito il panettone. "..senza spumante?!."  "..non preoccuparti che c'è anche lo spumante.. Moscato d'Asti DOCG, che è dove vuole annegare un panettone che si rispetti!..". 
E giò sti fett! e giò el muscatèll..
Per cui arrivate le 23, meridiano di Incirano, molti avevano smarrito il senso di quella serata, ed anche il senso dell'orientamento e del tempo (del resto ci trovavamo sul meridiano di Calderara), qualcuno lasciamo perdere.., e cominciarono ad andarsene. Alle 23,30 erano rimasti gli irriducibili, capaci di dirti "Non preoccuparti! Lasciami le chiavi che chiudo io..", ma siccome erano arrivati con l'auto di altri od avevano ricevuto uno squillo di richiamo o avevano dimenticato a casa la pastiglia, o non pensavano che..; e quelli del direttivo di Scarpetta, quelli sì dovevano sbaraccare l'ambaradam e chiudere entro mezzanotte, perchè portatori sani (si fa per dire) dalla nascita del morbo di Cenerentola.. e poi vai tu a casa su una zucca tirata dai ratti con la nebbia e col freddo che fa!..
E insomma Babbo Natale non lo videro neanche stavolta; e non videro neanche i regali.. 
N.B. : a documentare la serata segue una piccola galleria fotografica. Se vi riconoscete vuol dire che c'eravate!
gli strumenti per una buona cucina


che non manchi mai il vino per favore!!..

e neanche il companatico (la culaccia è un di più)












la regina della serata: la chef

la chef e la sua brigata all'opera

non esageriamo! è una degustazione..

e per concludere..
padre Michele da Dugnano sul Seveso introduce la serata


pubblico  sempre attento alle serate di Scarpetta (ed anche reattivo! Gli si può dar da bere, ma non dargliela a bere..)
intanto in cucina si lavora freneticamente


sempre il pubblico da un'altra angolazione

è all'opera anche il salumiere di fiducia

ed anche il cantiniere

la "sfoglina" illustra i segreti dell'arte (mani d'oro!)

ed infatti.. guarda qua che bel risultato!!
anche il signore ci vuole provare..










a me quel signore lì in primo piano mi sembra un po' assorto (forse medita sul capolavoro uscito dalle sue mani..)


auguri a tutti gli amici di Scarpetta !!


MA  ERANO  FELICI  UGUALMENTE  PER  LA  BELLA SERATA E  DORMIRONO  IN  PACE  E  AMEN

Nessun commento:

Posta un commento